SITI DI INTERESSE

IT - SIBILLINIAPERTI - ARTE SACRA
MONTEFORTINO - PIEVE DI SANT'ANGELO IN MONTESPINO

Inizialmente il luogo di devozione è costituito da una semplice cappella dell’età longobarda, con dedicazione a S. Michele Arcangelo nella contrazione di S. Angelo.

Sul finire del X secolo si amplia e assume la conformazione attuale, attestata da una lapide indicante la riconsacrazione dell’altare maggiore nel 1064. Nei secoli centrali del Medioevo la Pieve di S. Angelo può considerarsi la più importante nell’ambito giurisdizionale della diocesi di Fermo; il pievano esercita la sua autorità su oltre cinquanta chiese dipendenti. Nel XII secolo, con il consolidamento delle istituzioni comunali fortinesi, i poteri religiosi e civili tendono concentrarsi nel centro urbano, determinando l’inesorabile declino di questa istituzione religiosa altomedioevale.
Nel Trecento il pievano risiede ormai stabilmente entro le mura cittadine. La Chiesa si eleva su un colle sassoso attorniato da una pineta, in prossimità della strada che collega Montefortino a Montemonaco, ad una altitudine di 863 metri alla cui sommità si può osservare un ampio panorama, dal profilo dei Sibillini ,alla costa adriatica.

La sua struttura in stile romanico è austera e conserva le armoniose proporzioni originarie. Il sacro edificio in muratura mista, pietra calcarea e arenaria con frammenti in mattoni, si eleva su una planimetria rettangolare con absidi contrapposte similmente alla basilica civile romana, luogo di scambi commerciali e tribunale. L’orientamento canonico ovest-est fornisce ai fedeli un preciso percorso verso il sole nascente simbolo del Cristo risorto.




INDIRIZZO:
Montefortino
REFERENTE:
Comune di Montefortino
TELEFONO:
0736 859101
WEB: